Gli obblighi posti dalla SPENDING REVIEW per la scelta del fornitore di energia. 

L’art. 1, comma 7, della legge n.135 del 7 agosto 2012, nota come “Spending review bis”, prevede che, a partire dalla data di entrata in vigore della normativa, le amministrazioni pubbliche e le società a totale partecipazione pubblica inserite nel conto economico consolidato della Pubblica Amministrazione come individuate dall’ISTAT sono tenute ad approvvigionarsi di energia elettrica e gas rivolgendosi a Consip (Centrale di Committenza nazionale) o alle Centrali di Committenza regionali di riferimento, ove istituite (in Basilicata, a differenza che in molte altre Regioni, è operativa una Centrale di Committenza regionale, ossia la Società Energetica Lucana). 

Premesso che, ovviamente, non è possibile scegliere il Fornitore "direttamente" e cioè senza gara, le amministrazioni pubbliche, come sopra individuate, possono, in alternativa, svolgere autonome procedure di evidenza pubblica, purché i prezzi conseguiti siano inferiori a quelli delle Convenzioni messe a disposizione da Consip e dalle Centrali di Committenza regionali. In tali casi, ad ogni modo, qualora sopraggiungano convenzioni Consip o delle Centrali di Committenza regionali che prevedano condizioni di maggior vantaggio economico e il Fornitore non intenda adeguare il prezzo della fornitura ai predetti (più convenienti) corrispettivi, i contratti si intenderanno risolti.
Il comma 8 del medesimo articolo postula la perentorietà della precedente disposizione prevedendo che i contratti stipulati in violazione del precedente comma 7 sono nulli, costituiscono illecito disciplinare e sono causa di responsabilità amministrativa.

Nel territorio lucano, dove mancano grandi amministrazioni pubbliche, con livelli di costo dell’energia tali da giustificare un’autonoma procedura di gara, gli Enti sono dunque chiamati a decidere se approvvigionarsi di energia tramite Consip o la Società Energetica Lucana.
In realtà, però, quest’ultima è quasi una scelta obbligata!
La Regione Basilicata ha infatti messo a disposizione della Pubblica Amministrazione lucana una struttura, la Società Energetica Lucana s.p.a., che, rispetto a Consip, offre prezzi dell’energia più vantaggiosi e una serie di servizi che vanno ad aggiungersi all’ordinaria attività dell’espletamento della gara.

.

Centrale committenza4 100

Rinnovabili PA3 100

 

Patto Sindaci 100

fesr 100

Valorizzazione gas3 100

Come aderire 100bis

Piedone 200