Stampa

Entrato in produzione l’impianto fotovoltaico realizzato dalla Società Energetica Lucana a beneficio dell’Ospedale San Carlo di Potenza

Scritto da Michela Pinto on .

ao san carloE’ entrato oggi in produzione l’impianto fotovoltaico realizzato dalla Società Energetica Lucana a servizio dell’Azienda Ospedaliera Regionale “San Carlo” di Potenza.

Si tratta di un impianto della potenza nominale di 710,64 kWp con una producibilità annua stimata in circa 950.000 kWh/anno, installato su pensiline che coprono l'area di uno dei parcheggi destinato agli utenti e al personale della struttura ospedaliera (quello di fronte ai padiglioni E ed F).

.

L’impianto è stato cofinanziato con fondi FESR, assegnati alla Società Energetica Lucana con Deliberazione di Giunta Regionale n. 957 del 18 luglio 2012 e destinati al progetto “Ospedali Lucani Fotovoltaici”, che ha visto concretizzati due interventi di produzione di energia a favore del sistema sanitario regionale: un impianto fotovoltaico da 57,6 kWp realizzato a servizio del Poliambulatorio di Sant’Arcangelo (PZ) ed entrato in produzione il 21 dicembre 2012 e l’impianto a servizio dell’Ospedale San Carlo. Quest’ultimo, con un investimento di circa 2,5 milioni di euro, produrrà un beneficio economico per il sistema regionale pari a circa 380.000 euro annui, di cui circa la metà a vantaggio diretto dell’ospedale in termini di produzione di energia e i restanti a favore della Società Energetica Lucana sotto forma di conto energia.  

“Con l’entrata in funzione dell’impianto fotovoltaico – ha dichiarato il direttore generale Giampiero Maruggi – si realizza un’opera pubblica due volte utile e virtuosa: perché la produzione di energia pulita si coniugherà con un consistente risparmio sulla bolletta elettrica dell’Azienda. Comincia bene la nostra collaborazione con la Sel. Realizzato l’impianto fotovoltaico, è ora in una fase avanzata di valutazione e di studio un altro progetto tecnologicamente all’avanguardia per il riciclaggio energetico, che consentirà ulteriori risparmi e benefici per l’ecosistema”.

Per il Presidente della Società Energetica Lucana, Ignazio Petrone, “con l’entrata in produzione dell’impianto per il San Carlo, si è portato a compimento un importante investimento, che consente di usufruire ancora dei benefici del IV Conto Energia. Infatti, grazie alla sinergia tra la società, l’azienda ospedaliera e tutti gli attori coinvolti, si è rispettata in pieno la tempistica prevista, evitando così di perdere circa 140.000 euro annui (per venti anni) con l’entrata in vigore del V Conto Energia a partire dal 1° aprile prossimo. Con questo risultato, la Società Energetica Lucana segna un ulteriore passo lungo il cammino del risparmio energetico e della produzione da fonti rinnovabili, continuando tra l’altro a contribuire fortemente all’abbattimento della spesa pubblica regionale. Affiancando attività industriali come questa alle altre attività di pianificazione energetica e di centrale di committenza dell’energia, si sta dunque realizzando il progetto regionale di trasformare parte delle risorse rivenienti dalle estrazioni di petrolio e gas naturale in energia pulita. Del resto, se l’obiettivo di ridurre i gas serra è di alto valore sociale, è giusto che i vantaggi derivanti da simili operazioni siano reinvestiti in azioni di efficienza energetica e produzione da fonti rinnovabili. L’auspicio è, pertanto, che la Società Energetica Lucana possa continuare ad effettuare investimenti nel settore sanitario, soprattutto in considerazione dei notevoli consumi energetici di tale settore e, quindi, dei risparmi conseguibili.”

;;

Centrale committenza4 100

Rinnovabili PA3 100

 

Patto Sindaci 100

fesr 100

Valorizzazione gas3 100

Come aderire 100bis

Piedone 200